Resoconto251109

VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEL DEL 25/11/2009

il giorno 25 novembre 2009 alle ore 18,30 si è riunita presso la sede di Vico Monteleone, 8 in Napoli l’assemblea ordinaria dell’APS GAS Friarielli con il seguente ordine del giorno come continuazione dell'assemblea del 13 novembre scorso per i punti 6 e 7 :

6) Resoconto sulle riunioni tenutosi per la costituzione del DES;
7)varie ed eventuali

Sono presenti i sig.ri: Maria Rosaria Masullo (Presidente), Massimo Lampa, Maurizio De Stefano, Aldo Pappalepore, Giovanna D’Alonzo, Giuseppe Fedele, Paola Napoletano, Marina Cotone, Maria Desiderio, Giuseppe Fiore, Loredana Locci, Stefania Boffola,Tina Aiello, Francesca Menotti, Alda Rossi, Cristina Fasano, Giuseppe De Lorenzo, Lorenza Biasco, Flora Micillo, Piero De Luca, Luciana Stabia.

L'assemblea chiama a presiedere Maria Rosaria Masullo (Iaia) ed a verbalizzare Alda Rossi.
Prende la parola Iaia per fare il punto sui vari gruppi di lavoro. Annuncia che è stato aperto il conto presso Banca Popolare Etica con conto Agilissimo anziché Conto Pro poiché al momento della stipula del contratto lei e il tesoriere si sono accorti di alcune clausole che non avevano precedentemente preso in considerazione poiché non risultavano dai prospetti in internet a disposizione.
CONTO: sia per il quello Pro , che per quello Agilissimo i bonifici verso l’esterno si pagano (1.10euro), con Agilissimo avremmo libertà di operazioni in entrata (ognuno versa come vuole sul
Conto di banca etica ed è possibile anche utilizzare bollettini di conto corrente che la presidentessa deve chiedere). In ogni caso Maurizio farà un altro riepilogo a valle delle condizioni attuali di stipula del contratto . Ricordiamo che è sempre possibile passare da un tipo di conto all’altro, senza penali o cambiamento di inetstazioen. Entro dicembre avverrà il passaggio tra il conto della cooperativa e il conto su Banca Etica.
La prossima assemblea mensile è convocata per sabato12 dicembre h 15,00 presso la sede del gasetiello Scampia nel Centro Hurtado in viale della Resistenza. Per chi potrà e vorrà l’idea è pranzare insieme a Scampia, vedendosi verso le 14.00, e poi iniziare l’assemblea con tutti gli altri alle 15.00. Alda fornirà a breve i dettagli per l’organizzazione.
La presidentessa, a valle degli andamenti dell’ultima assemblea e di dibattiti svoltisi in altre riunioni con particolar riguardo ai rapporti r adirettivo ed assemblea, chiede ad Aldo Pappalepore di aprire sul forum una nuova rubrica per commenti, critiche, problemi dal titolo provvisorio “lettere al direttivo” o “commenti post-assemblea”.
Anticipato punto 7) dell'OdG. Intervento del coordinatore del gruppo fresco Tina Aiello per fare il punto sulle ricerche di produttori di frutta e programmazione del sopralluogo presso Rusciano. A breve partiranno gli ordini per gli agrumi e poi per i carciofi. I pagamenti unificati partiranno in contemporanea con la gestione degli ordini tramite il programma “gestigas”. Stiamo in attesa dell'inserimento della ditta Corrado tra i nostri fornitori di fresco, intervento dubbioso di Paola Napolitano sulle condizioni ambientali del sito di Poggiomarino nonostante le certificazioni del biologico.
Sul punto 6) dell'OdG Intervento di Aldo Pappalepore . Breve storia dei DES - Distretti di Economia Solidale: l'utopia di un'altra economia possibile all'interno delle questioni locali/mondiali. Tentativo di intrecciare politica, cultura, convivialità, sviluppo economia locale,informazione, benessere, agricoltura sana, ambiente. Punto sul progetto dei mercatini da presentare alla I e V municipalità (Centro e Vomero) di Napoli. Come spazio della pratica e della cultura dell'economia solidale con vendita diretta tra produttore e consumatore, incontri e dibattiti. Attualmente gli attuali attori di questo progetto sono i gas( Friarielli, Canto libre, Piediperlaterra), i produttori agricoli( Fuori di Zucca e Corrado ), le associazioni del territorio e i coordinamenti !(Acqua pubblica e Rifiuti). Problemi logistici da affrontare: permessi e costi di occupazione suolo pubblico, allestimento stand, criteri di accettazione dei produttori: autorizzazioni, certificazioni, verifica dei terreni, tracciabilità dei prodotti, prezzi equi. Sovvenzioni delle Municipalità. I giorni indicativi individuati sono il martedì e il giovedì nella fascia oraria 16-20 nella stagione fredda e 17-21 in quella calda.
Interventi dei vari soci (Loredana, Maurizio, Maria Rosaria, Paola, Giovanna, Marina, Alda, Piero, Stefania, Giuseppe, Massimo, Francesca, Giuseppe) che danno un parere positivo al progetto, rimandando i dettagli in una seconda fase sebbene si rendono conto dell'importante impegno organizzativo, logistico, finanziario e soprattutto di forza lavoro (a questo proposito Iaia propone di limitare ad un solo giorno settimanale anziché due per timore di un impegno eccessivo e per “provarci” come gas in questo nuovo contesto). Si chiede di allargare la rete ad altre associazioni del territorio da inglobare nel distretto in modo da creare un meccanismo virtuoso di una progettualità contagiosa, in una contaminazione progressiva di un luogo tradizionalmente individualista come Napoli per creare nuove energie da mettere in campo. Massimo Lampa sostiene che in questo momento e in questo spazio di progettualità condivisa c'è difficoltà a far passare le potenzialità e la bontà di questa modalità di politica dal basso, ma che in questa fase progettuale bisogna farsi carico dell'avvio del progetto come “portatori sani di contagio positivo”perché quello che stiamo proponendo è una modalità di approccio ai temi della politica che parte dal basso e a partire da luoghi aperti come le piazze. Piero De Luca sostiene che siamo ad un bivio : o continuare vegetando con questa massa critica oppure fare un salto di qualità, attivando il DES nella rete e quindi creare un meccanismo virtuoso di nuove energie da mettere in campo. Inoltre è dubbioso del termine “mercatino” perché crea confusione con altri mercatini come quello del contadino o del biologico e quindi occorre uno sforzo creativo per caratterizzare meglio l'evento. Da più voci c'è il timore di non misurare le forze in campo a cui Stefania risponde con un invito all'ottimismo. Unica voce contraria in assemblea sul DES è quella di Giuseppe Fedele che giudica il progetto fallimentare perché l'associazione è troppo giovane e non ha la forza organizzativa per affrontare un tale impegno. Ritiene che non riusciamo neanche a portare avanti con continuità gli ordini. In ogni caso il suo interesse nel gas, al momento, è rivolto solo all’acquisto di prodotti sani, a prezzo contenuto e a km 0. Massimo risponde che il gas Friarielli non è giovane perché è dal 2001 che sta costruendo la sua identità e l'A.p.s. è il prodotto di questa sua storia. Riporta inoltre che la questione dei DES è nel nostro statuto poiché fa parte di quella progettualità sul territorio che vogliamo portare avanti. Sulla stessa linea interviene anche Maurizio.
A fine assemblea, poiché ormai molti sono andati via, Giovanna ricorda l’iniziativa delle Botteghe del Sociale a piazza Dante dal 17 al 20 ottobre ove avremo un nostro spazio da gestire. Segnarsi sul sito doodle per inserire le proprie disponibilità di turni.

L’assemblea si conclude alle ore 21.00 Del ché è verbale.

La Presidentessa Il segretario
f.to Maria Rosaria Masullo f.to Alda Rossi
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License