Resoconto 210311

Assemblea APS Friarielli 21 marzo 2011

Il giorno 21 marzo 2011, alle ore 18,30 presso la Bottega del “ Pappece” in vico Monteleone n. 8 Napoli, si è riunita, in seconda convocazione, l’assemblea mensile dei soci dell’A.P.S. Gruppo d’Acquisto Solidale “ Friarielli “ con il seguente ordine del giorno:

  • Ri-nascita gruppo formazione, temi e modalità di sviluppo. proposte di Maria e Lorenza (chiedo ad entrambe un sunto e un ipotesi di lavoro)
  • comitato per i referendum sull'acqua: nostra partecipazione (Piero o Costanza potrebbero relazionare sull'argomento)
  • proposte gruppone fresco, visite ed altro; distribuzione des-gas (Massimo, ti chiederei di relazionare sulla proposta)
  • genuino clandestino: nostra partecipazione (che facciamo il 17, sto tentando un approccio con altri gas)
  • acquisto agrumi di ROSARNO (forse ci riusciamo il 9 aprile in piazza);Cristina ti chiederei di relazionare
  • bilancio 2010: diffusione

Sono presenti – Iaia Masullo, Massimo Lampa, Cristina Negri, Olindo Giacci, Valeria Curcio, Anna Grandone, Alessandra Ruggiero, Maria Desiderio, Lorenza Biasco, Pasquale Castaldo, Paolo De Crescenzo, Aldo Pappalepore, Roberta Alvino, Marina Cotone, Adele Spina, Elio De Vescovi, Mauro Farina e consorte, Eduardo De Luise.

L’assemblea chiama a presiedere Iaia Masullo ed a verbalizzare Eduardo De Luise

Si passa all’esame del punto all’O.d.G. relativo al Bilancio consuntivo 2010.

La Presidente illustra che si stanno completando le modifiche esplicative al bilancio presentato nella scorsa assemblea, e rappresenta la necessità di integrare il bilancio economico con una “ relazione di accompagnamento “ nella quale illustrare le attività svolte, interne ed esterne quali la presenza nelle piazze, nelle scuole, le collaborazioni varie instaurate ed il rapporto con altri GAS. ecc. La proposta è accolta con favore dall’assemblea.
La presidentessa illustra che Massimo Lampa ha quasi terminato una sorta di storia del gas che appena completata renderà pubblica. Chiede inoltre a tutti coloro che hanno partecipato ad eventi a nome del gas presso scuole, gruppi di persone, all’interno di manifestazioni di comunicarlo per poterne inserire memoria nel resoconto

Punto – Partecipazione ai Referendum per l’acqua pubblica, il nucleare ecc.

La Presidentessa comunica che il GAS ha aderito formalmente al Comitato per il referendum per l’acqua con il versamento di una quota di 50 Euro e che in tale ambito saremo chiamati a dare una mano per far si che ci sia reale partecipazione al referendum. Aldo Pappalepore ricorda che si era parlato anche dell’acquisto spillette propagandistiche e altro materiale divulgativo da distribuire ai banchetti che si allestiranno nelle prossime P.E.S. Iaia si informerà se la quota comprende le spillette.
Aldo precisa inoltre che affiancato al banchetto per l’acqua ci sarà quello per la raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare a favore delle energie rinnovabili (fotovoltaico). Aldo richiede ai soci la disponibilità ad essere presenti presso i suddetti banchetti.

Sempre Aldo comunica all’assemblea che il Sig. Vincenzo (Produttore di Birra artigianale) presente nelle P.E.S. ha fatto pervenire al GAS una richiesta di referenze da produrre a corredo di una istanza di finanziamento da presentare ad un Istituto di Credito. Aldo precisa che il modulo da compilare non si configura in ogni caso come impegno da parte del GAS di procedere ad acquisti. Paolo De Crescenzo comunica che l’attività imprenditoriale di Vincenzo sta man mano crescendo e che lo stesso ha intenzione di incrementare la produzione utilizzando materie prime da agricoltura biologica e luppolo di provenienza nazionale. Inoltre Vincenzo vorrebbe organizzare la sua azienda in forma cooperativa.

Punto primo OdG: Formazione

Prima di affrontare l’argomento formazione, la presidente illustra in modo sintetico ai nuovi associati la struttura del GAS, dei gasetielli e dei sottogruppi che si sono andati man mano formando. Gruppo fresco o gruppone che si interessa di fresco , salumi e formaggi, Gruppo DES - GAS e gruppo formazione. Quest’ultimo ha il compito di formulare proposte , effettuare studi e relazioni su argomenti di interesse e rappresentare un momento corale di discussione. Si inizia la discussione su una proposta formulata in lista da Maria Ricca sull’alimentazione in generale, sul cibo, e sulle ricadute sull’economia solidale. Lorenza Biasco viene designata quale unica destinataria delle mail inerenti la formazione. Al gruppo formazione hanno partecipato in passato a Adele Spina , Alda e Giovanna D’Alonzo, alle quali si potrebbe chiedere un’aiuto in questo momento di partenza . Lorenza vorrebbe allargare il tema cibo, alle coltivazioni, alla preparazione dello stesso, al diritto al cibo ed alla salute ed anche ai proverbi popolari sulla materia. Il gruppo formazione dovrà elencare le diverse tematiche possibili e decidere su quali argomenti approfondire lo studio. Massimo Lampa propone di utilizzare per la discussione il forum, ormai nuovamente operante, e non la lista per evitare eccessive comunicazioni che intasano la stessa. Adele Spina propone al gruppo di partire con poche iniziative pratiche ed operative, per evitare di disperdere le forze su numerosi obiettivi che però non vengono raggiunti.

Massimo Lampa , che ha recentemente partecipato al primo modulo di un corso di formazione sui temi dell’economia solidale, ha annunciato che il DES ha assunto il ruolo di promotore di reti. Il corso ha avuto il merito di far incontrare e confrontare diversi operatori della nuova economia provenienti di ogni parte d’Italia con lo scambio di esperienze, opinioni e soluzione di problemi pratici comuni.
Da questa esperienza potrebbero nascere dei momenti di formazione, strutturati in tre /quattro incontri. Massimo vorrebbe organizzare tali incontri in un ambito più allargato, cioè DES e gruppo della decrescita.

Il 16 aprile ricorre il primo compleanno delle Piazze dell’economia Solidale.

Durante le giornate di Genuino Clandestino, manifestazione a carattere nazionale in programma nello stesso periodo,

si potrebbe festeggiare l’evento e cercare di contattare quante più persone possibili per sensibilizzarle ai temi della economia solidale. Altra ipotesi è quella, a partire dagli incontri di formazione sulle reti, di organizzare un convegno di più ampio respiro sulle tematiche dell’economia solidale, di reti e in tale sede festeggiare il primo compleanno delle PES.
La presidentessa dice che sta tentando di organizzare un incontro il 17 aprile con altri gas campani, ma sinora solo in due hanno risposto all’invito.

In riunione viene annunciato che VERA, la fabbricante di scarpe biologiche costruite con canapa e gomma naturale ha predisposto il campionario ed è pronta a presentarlo.

Sul punto all’O.d.G. inerente l’acquisto di arance da ROSARNO relaziona Cristina Fasano.

I prodotti offerti, certificati bio sono stati realizzati con l’aiuto di lavoratori regolari.
Al momento sono disponibili arance della varietà belladonna ad un prezzo oscillante fra 80 centesimi ed 1 euro al kg. La quantità minima di acquisto era di 500 kg.
Dal contatto con il consorzio Equosud (www.equosud.org), che ha messo insieme tutte le lotte territoriali della regione, si è pensato di invitarli alla PES del 9 aprile di S. Chiara . In tale occasione i rappresentanti di Equosud porteranno in piazza, oltre alle arance, anche prodotti dell’artigianato calabrese. Massimo Lampa ha dato la disponibilità ad ospitare a casa sua per due notti due persone. Si organizzerà la distribuzione per gasetiello delle arance ordinate e una cena con i nostri ospiti il 9 sera. Partirà un’organizzazione gasati all’opera per il cibo…….

Notizie varie sul fresco

Sabato 26 marzo ci sarà una visita al caseificio la Fenice con prelievo dei prodotti che dovranno essere tassativamente ritirati in Bottega Centro nella stessa serata dalle 18,30 in poi.
Dal giorno 11 aprile la distribuzione del fresco avverrà nella giornata di LUNEDI attraverso una nuova modalità DES_GAS ( la distribuzione collettiva di sabato crea problemi a parecchi associati). Marialuisa si è offerta di “ospitare” i prodotti dei vari produttori e Mirko, che collabora con lei, si occuperà della distribuzione presso i gasetielli. Alcuni prodotti saranno raccolti il sabato (quelli non deperibili), altri il lunedi mattina.
I costi di trasporto sono ripartiti per il 60 % a carico dei consumatori ed il 40% a carico dei produttori. Il costo per ogni singolo associato è suddiviso proporzionalmente alle quantità acquistate. Si potrebbe con il tempo pensare a far nascere un’ipotesi di lavoro maggiormente strutturato per una persona.

La visita gita da Giovanni Pucciarelli è prevista ai primi di maggio.

L’assemblea si conclude alle ore 20,15. Del ché è verbale.

La Presidente Il segretario
f.to Maria Rosaria Masullo f.to Eduardo De Luise
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License