Resoconto 120510

VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 12/05/2010

Il giorno 12 maggio 2010 alle ore 18,30 presso la sede in Napoli, Vico Monteleone n. 8 si è riunita in seconda convocazione l’assemblea ordinaria dei soci per discutere del seguente ordine del giorno:

  • 1) riorganizzazione soci: rinnovo associazioni, nuove schede da compilare con più dati
  • 2) preparazione di un data-base con gli acquisti effettuati, i referenti, i volontari, gli acquirenti, gli amici
  • 3) quali le nostre priorità? esistono delle priorità? E' necessario definire questo punto anche per scrivere il bilancio preventivo.
  • a. Acquisti/ordini/visite produttori/… diciamo la gestione standard di un gruppo di acquisto solidale
  • b. Il DES e le PES
  • c. I contatti e la messa in rete con gli altri GAS
  • d. Formazione/eventi/rapporti e collaborazione con la cooperativa
  • 4) sollecito ai gasisti per partecipazione ad attività
  • 5) incontri del gasgita da EMILIO
  • 6)varie ed eventuali

Presenti all’Assemblea

Iaia, Gaspare, Giovanna, Edoardo, Massimo, Anna Maria, Aldo,Maria Desisderio, Alessandra, Giuseppe, Ugo Romano,Pasquale, Anna, Cristina, Isabella, DI Palma, Elio, Giovanni, Tina, Paola, Lucilla, Ernesto, Roberta, Paolo, Giuseppe Fiore e molti altri ancora di cui mi scuso ma non sono riuscito a prendere nota…..

Viene chiamata a presiedere Iaia Masullo. Verbalizza Ernesto Castaldo

Argomenti discussi

1. Scheda e Nuovi Soci

La Presidentessa ha evidenziato la necessità del tesoriere (Giuseppe) di rifare la SCHEDA SOCIO, argomento di cui si era già parlato nella precedente assemblea, informando i presenti che a breve sarà trasmesso il nuovo formato. I soci che hanno possibilità di digitalizzare la scheda compilata e firmata la potranno inviare direttamente a Giuseppe o alla Presidentessa, per chi non avesse tale possibilità si è previsto di istituire una cassetta presso la bottega del Centro in cui imbucare le suddette schede.
Alla riunione sono presenti diversi nuovi Soci che vengono invitati a presentarsi e a cui vengono da Giovanna evidenziate le principali modalità di funzionamento del GAS, ponendo l’accento sulla dimensione partecipativa. Si ricorda di rinnovare al più l’associazione al GAS, pagando la cifra di 10 euro, per coloro che vogliono restare.

2. Database

Su questo punto Giovanna illustra gli obiettivi che si vogliono raggiungere nella costruzione di una base dati che consenta di elaborare statistiche e fare delle analisi qualitative e quantitative in merito ai consumi , ai produttori, la partecipazione agli eventi e tutto quanto riguarda la sfera delle attività del Gruppo. In altri termini arrivare a fare un Bilancio Sociale del GAS. Si sollecitano pertanto i friarielli ad inviare a Giovanna suggerimenti in merito . A tale proposito si da evidenza a tutti che all’interno del Forum è archiviata la scheda del Produttore, realizzata dal Gruppo del fresco, a partire da quella, per le varie tipologie dovranno prevedersi delle Schede Prodotto .

3. Priorità

E qui si è scatenato il dibattito, che di fatti si è protratto fino alla chiusura per sfinimento dell’Assemblea, a parte le comunicazioni di servizio che verranno riportate in fondo al verbale. Sostanzialmente ed in sintesi le due posizioni di cui di seguito poi vengono riportati alcuni stralci, si sostanziano (solo per semplificare e non me ne vogliano chi si ritrova nell’una o nell’altra di posizioni) in :

POSIZIONE A) quelli del bicchiere mezzo vuoto, stanchezza per il peso delle attività ricadenti sempre su un ristretto gruppo di persone, da quelle operative a quelle più progettuali e di definizione , quindi volontà di trovare delle forme di pressione sui soci poco partecipativi, richiedendo anche a mezzo di lettere, mail o altro, una partecipazione minima almeno di una 1\2 giornata al mese;

POSIZIONE B) quelli del bicchiere mezzo pieno, che hanno visto le proposte avanzate dal gruppo della posizione A) limitative della volontà dei modi partecipativi alla vita associativa ed invitato a riflettere sul fatto che poi tutti gli eventi a cui si è aderito hanno visto poi sempre una buona partecipazione e sempre si è trovato chi desse poi una mano nel presidio e nell’organizzazione. In pratica l’invito a soffermarsi, con le parole di Massimo, sui 30 microgrammi di buono e non sui KG di cose negative.

Riportata un po’ la sintesi delle posizioni riprendiamo dall’inizio, le Priorità, Iaia ha riportato le riflessioni del Direttivo in materia e i risultati, ossia l’impossibilità di fatto di definire prioritarie una o l’altra delle 4 Macro-Aree di attività individuate:

• Acquisiti e Visite ai produttori
• PES e DES
• Contatti con gli altri GAS
• Formazione , Eventi e Rapporti con la Cooperativa

Giovanna è intervenuta dicendo che ciò significa “contarsi” ogni volta per poter capire se è sostenibile o meno una data attività e come ciò ponga l’accento sulla necessità di una partecipazione commisurata alle attività e agli eventi che si vogliono intraprendere. Argomento poi ripreso in toni e modi diversi anche da Paola che ha sottolineato come però fosse fin qui mancata, in parte, la giusta attenzione alla fase di valutazione delle risorse necessarie, prima di decidere la partecipazione ad un evento o intraprendere una data attività. Argomento ripreso anche da Aldo che ha posto con maggiore enfasi la questione della definizione di un bilancio preventivo in termini di risorse umane ed economiche proprio per poter pianificare efficacemente qualsiasi attività. E’ stato ribadito anche che gli impegni presi devono essere in ogni caso onorati, come per le PES, che più degli altri stanno soffrendo di una partecipazione al di sotto delle attese da parte del GAS .
La discussione in pratica si è molto accesa e, al di là del problema organizzativo reale della pianificazione per gli eventi e delle attività future, si è evidenziata quasi una contrapposizione di “spirito” sulla partecipazione alle attività:
da una parte come ciascun gasista sentiva che venivano percepite e vissute dagli altri le attività gli erano più a cuore e
dall’altra come gli altri erano invece visti da chi in quelle stesse attività, PES e DES, crede fortemente e si impegna, a prescindere dal contributo aggiuntivo del GAS come gruppo.
Sostanzialmente una visione, a tratti diversa, delle attività e delle modalità partecipative.

Non me ne vogliano i tanti che sono intervenuti , mostrando tutta la partecipazione emotiva e l’attaccamento al GAS , se non riporterò i loro pensieri che non è possibile fissare in un verbale, che per sua natura deve riportare sinteticamente le posizioni emerse e le conclusioni laddove ce ne sono.

Sulla discussione quindi in merito alla priorità sono emerse alla fine questi punti di condivisione:

• non esiste, in merito ai 4 filoni in cui è possibile suddividere le attività, una prevalenza dell’uno sull’altro, in quanto l’essenza stessa del GAS è quella di vedere intrecciate tra loro le stesse e non può limitarsi alla sola dimensione del consumo, in quel caso saremmo semplicemente un GA, pur riconoscendone ovviamente l’indispensabilità, ma la famosa “S” non si ha se non si coniuga la dimensione CONSUMO con le attività degli altri tre filoni, quello del PES-DES, dei contatti con gli altri GAS e la Formazione/Eventi;
• superata la fase iniziale dell’entusiasmo come sola molla per la partecipazione, è utile per meglio affrontare le sfide e gli obiettivi che ci siamo posti, un’organizzazione che dia la giusta attenzione alla pianificazione delle risorse umane ed economiche, nel quadro di un bilancio preventivo complessivo senza soffocare l’estemporaneità, l’entusiasmo e limitare i tempi e i modi di partecipazione all’attività associativa , in pratica per dirla come Paolo senza che diventi un altro lavoro, con leggerezza questo consentitelo a me di aggiungerlo
• si è ribadito infine quanto già deciso nella precedente assemblea , che in assenza di volontari disposti a collaborare le call per gli acquisti non si tengono

COMUNICAZIONI DI SERVIZIO E DECISIONI VARIE

• Visita ad Agerola, non si va più il 15 , si propone il 22 maggio come data possibile
• SCAMPIA, iniziativa sull’Acqua, di decide di approvare la spesa per il materiale richiesto da Alda, stimando l’importo necessario per bicchieri di carta ecologica e locandine varie al di sotto di € 50
• 29 Maggio evento con Amnesty , come GAS dà la disponibilità Ernesto per la sola mattinata,
• ASTORFLEX, si rimanda al forum l’approfondimento della discussione aperta

L'assemblea si conclude alle ore 21 circa. Del che è verbale

La presidentessa Il segretario
f.to Iaia Masullo f.to Ernesto Castaldo
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License