Percheassociazione

Cari friarielli
Come ricorderete alcuni mesi fa abbiamo dedicato varie riunioni all’approfondimento degli aspetti organizzativi del nostro GAS.
Vi ricordo le 3 opzioni:
1. gruppo informale, ovvero la forma per il momento portata avanti;
2. associazione senza scopo di lucro o di promozione sociale: in questo caso c’è obbligo di codice fiscale, registrazione all’agenzia delle entrate, uno statuto con alcune clausole obbligatorie (es. obbligo di rendiconto economico e finanziario), attività istituzionale esclusivamente rivolta ai soci (con i non soci diventa attività commerciale fiscalmente rilevante anche quella rivolta ai soci).;
3. l’appoggio ad una realtà tipo bottega del commercio equo o cooperativa
Dopo vari ragionamenti arrivammo a propendere per la terza soluzione e nella riunione del 14/2 approvammo il nostro manifesto.
Da un paio di settimane, avendo saputo dai “nostri agenti in Regione” dell’imminente emanazione di un bando regionale rivolto ai GAS e finalizzato allo sviluppo dei consumi di prodotti biologici e quindi delle aziende produttive biologiche, un gruppo di noi (Massimo, Giovanna, Alessandra, Stefania, Giuseppe, Iaia, Aldo, Loredana, Maurizio e Maria per la cooperativa) ha ripreso i ragionamenti sulla ipotesi di costituirci in APS, sia per essere eventualmente pronti per valutare la possibilità e l’opportunità di accedere al bando regionale (in genere requisito soggettivo di ammissibilità per l’accesso a fondi pubblici è la preventiva costituzione del proponente la domanda), sia per cogliere altre opportunità, anche economiche, che ci possano far crescere sotto il profilo organizzativo ovvero darci qualche mezzo per diffondere i temi del consumo critico e responsabile e far crescere il movimento.
Qualcuno di voi avrà senz’altro già letto qualche email sull’argomento e/o ha partecipato al forum aperto sul nostro sito.
Vi riepilogo i punti di forza e di debolezza, rischi ed opportunità che abbiamo individuato:
PUNTI DI FORZA:
- Una struttura solida
- Riconoscibilità esterna maggiore
- Possibilità di utilizzare l’associazione laddove non è possibile la partecipazione della cooperativa (vedi partecipazioni a bandi riservati ad associazioni)
- Nessun obbligo fiscale (se l’attività è rivolta ai soci e familiari)
PUNTI DI DEBOLEZZA:
- Irrigidimento organizzativo
- Maggiore impegno gestionale
RISCHI:
- deviazione dai percorsi già individuati
OPPORTUNITA’:
- possibilità di reperire fondi per il finanziamento di iniziative
- possibilità nell’immediato di partecipare la bando della Regione
- ricevere donazioni, avere in comodato o utilizzo gratuito beni mobili ed immobili da enti pubblici;
- possibilità di fare convenzioni con enti terzi.

Abbiamo, pertanto, elaborato una ipotesi di statuto per la costituenda APS GAS FRIARIELLI, che allego alla presente, nella quale abbiamo trasfuso in toto lo scopo del GAS contenuto nel nostro manifesto, con alcune integrazioni che, a nostro avviso, esplicitano meglio le finalità che ci siamo dati anche alla luce della normativa della L. 383/2000 che regola le APS.
Tutta la parte organizzativa del nostro manifesto diverrebbe il regolamento interno dell’APS.
Per ragionare su quanto sopra e adottare ogni decisione in merito abbiamo pensato di dare alla prossima riunione di venerdì 12 giugno alle ore 18,00 in bottega centro il seguente OdG:
- esame dell’ipotesi di costituzione del GAS in associazione di promozione sociale: ogni decisione in merito ed eventuale costituzione della stessa
- a seguire - se c’è tempo - informativa a cura dei gruppi di lavoro.

Data l’importanza dell’argomento vi invitiamo a partecipare puntuali e numerosi, anche perché l’assemblea potrebbe decidere di costituirsi in “assemblea costituente”.
Cari saluti.
Maurizio De Stefano

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License